ATTIVITÀ DI RICERCA PRESSO L' ISTITUTO



Stimolazione Basale ®

Come operatori di un Centro riabilitativo che, fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1936, si occupa di disabilità complesse sia in età evolutiva che adulta, abbiamo cercato di dare significato al nostro agire terapeutico ma soprattutto al nostro modo di stare con i pazienti. Infatti, il contatto quotidiano con le problematiche dei nostri pazienti ci ha indotto molto spesso a focalizzare l’attenzione non su quello che si riesce a fare, ma su quello che non si riesce. Abbiamo quindi intrapreso un iter dapprima formativo, poi riabilitativo, secondo l’approccio della Stimolazione Basale ®.

La Stimolazione Basale è un intervento di accompagnamento e di sostegno per le persone con grave disabilità. Il termine “stimolazione” viene usato, in questo approccio, con un significato che va al di là dei normali ambiti educativi classici. Quanto al termine “basale” è stato scelto per precisare che si tratta di un percorso elementare e fondamentale nello sviluppo delle percezioni primarie .La percezione è sicuramente il tramite attraverso cui il bambino esplora il mondo, essa è legata al movimento; nella persona disabile spesso questo viene meno e di conseguenza viene inficiato lo sviluppo della percezione di sé e del mondo circostante.




Tesi "Stimolazione basale e paralisi cerebrale infantile: outcome e procedure di valutazione in soggetti in età evolutiva"   Parte 1 - Parte 2

Per approfondire contattare la Dottoressa Rossella Perra Neuropsichiatra infantile e responsabile ambulatoriale scuola speciale "C. Abbado" presso l'Istituto Leonarda Vaccari: rossella.perra@leonardavaccari.it



Parenting

In questi ultimi anni, nel campo dell’handicap, sono state affrontate nuove problematiche che riguardano il ruolo dei genitori nel processo di riabilitazione dei propri figli. Da qui la creazione di programmi che hanno come obiettivo principale quello di cercare di migliorare la relazione tra genitore e figlio, e affrontare le situazioni educative, anche quelle più problematiche, che possono verificarsi all’interno del contesto familiare. Questi programmi sono conosciuti come Parent Training, Parent Education e Gruppi di Mutuo-Aiuto.

In questo lavoro viene analizzato il significato e la funzione del parenting in famiglie con figli disabili. Da qui l’idea di realizzare una ricerca utilizzando un campione di genitori con figli disabili afferenti al servizio territoriale per la riabilitazione, l’integrazione e l’inserimento di persone con disabilità: l’Istituto Leonarda Vaccari di Roma. 

Abstract completo

Tesi: “La misurazione del parenting nei genitori con figli disabili" (A.A. 2008-2009) che ha partecipato al bando di Concorso "Premio Tesi Handicap"

Per approfondire contattare la Dottoressa Sonia Antonaci Psicologa, Psicoterapeuta presso l'Istituto Leonarda Vaccari: sonia.antonaci@leonardavaccari.it