LA TUTELA DELL UTENTE

L´Istituto Leonarda Vaccari si ispira alla Carta dei Servizi pubblici sanitari (D.P.C.M. 19 maggio 1995) e alla Carta di Lubiana sulla riforma dei Servizi Sanitari (OMS Lubiana 1996).

A tal fine ritiene importantissimo tener conto delle segnalazioni degli utenti non solo per la tutela dei loro diritti (trasparenza, partecipazione, informazione) ma anche per un sostanziale miglioramento dell´organizzazione sanitaria e per il buon andamento dell´attivitá prestata.
É convinzione dell´Ente che l´erogazione di servizi debba essere conforme a standards qualitativi misurabili attraverso un sistema di fattori/indicatori e procedure che consentano all´Utente di constatare il rispetto delle promesse di servizio.
Il sistema qualitá permette di dare risposte alle esigenze ed aspettative del Cliente in termini di tempestivitá e capacitá, affidabilitá, personalizzazione ed umanizzazione del trattamento.

LA TUTELA DELL´ UTENTE SI CONCRETIZZA ATTRAVERSO ALCUNI PRINCIPI DI BASE:

L´UGUAGLIANZA
L'erogazione del servizio si ispira al principio dell´eguaglianza dei diritti degli utenti. Nessuna distinzione può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche.

L´IMPARZIALITÀ
Nell´erogazione del servizio si presta particolare attenzione al comportamento adottato da ciascun professionista nei confronti degli utenti. Devono permanere sempre atteggiamenti di obiettivitá, di giustizia e di imparzialitá.

LA CONTINUITÀ
L'erogazione del servizio deve essere assicurato in termini di continuitá e regolaritá. Tranne nei casi in cui il funzionamento irregolare e l´interruzione del servizio siano regolate espressamente dalla normativa di settore. In tali casi devono essere adottate misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile.

Il DIRITTO DI SCELTA
L'Utente ha il diritto di scegliere su tutto il territorio nazionale la struttura che meglio risponda alle sue esigenze.

LA PARTECIPAZIONE
La partecipazione dell´Utente alla prestazione del servizio deve essere sempre garantita, sia per tutelare il diritto alla corretta erogazione dello stesso, sia per favorire la collaborazione nei confronti dell´apparato sanitario pubblico.
L'Utente ha il diritto di accesso alle informazioni in possesso del soggetto erogatore che lo riguardano. Tale diritto di accesso é esercitato secondo le modalitá disciplinate dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241.

L´EFFICIENZA ED EFFICACIA
L´erogazione del servizio segue i criteri di efficacia e di efficienza. A tal fine vengono adottate le misure più idonee al raggiungimento di tali obiettivi.

DIRITTO ALLA RISERVATEZZA
Il D.L. n° 196 del 2003 che modifica la legge n.° 675 del 31/12/96, più conosciuta come la legge sulla "privacy", detta norme ben precise sull'uso dei dati personali.
A tal proposito, all´atto della presa in carico, l´utente o la famiglia firma un modulo che autorizza l´Istituto al trattamento dei dati personali esclusivamente per fini istituzionali.

Link esterno alla versione Stampabile, si apre in una nuova finestra Versione Stampabile