Servizio Sanitario

CRITERI DI ELEGIBILITA’

I pazienti che possono accedere ai servizi dell’Istituto “Leonarda Vaccari” sono: pazienti dell’età evolutiva ed adulti con disabilità neuro motoria che ha provocato disturbi cognitivi quali deficit di linguaggio, memoria, cognizione spaziale, ragionamento, riconoscimento visivo, accompagnati o meno da deficit neuromotori e sensoriali.

TIPOLOGIA ED ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ RIABILITATIVE

  • Servizio Residenziale e Semiresidenziale
    Si rivolge ad adulti con disabilità complesse neuro cognitive, adulti con disabilità neuromotorie e/o intellettive e  ridotte autonomie che richiedono, oltre all’assistenza sanitaria e la cura della persona, un intervento terapeutico riabilitativo.
  • Ambulatorio Età evolutiva
    Si rivolge a bambini con disturbi globali di sviluppo: ritardi psicomotori, disabilità intellettive, disturbi dell’attenzione, patologie neuromotorie, sindromi genetiche, disturbi dello spettro autistico.
    Disturbi specifici di sviluppo: linguaggio, apprendimento, coordinazione motoria.
  • Ambulatorio Adulti
    Si rivolge ad adulti con patologie progressivo – degenerative e post-acute del sistema nervoso.
    Patologie post acute ortopediche (dopo intervento chirurgico/neurologico).
  • Utenza Scuola Speciale
    Si rivolge a bambini con disabilità gravi cognitive e/o motorie e sensoriali, disturbi dello spettro autistico a basso funzionamento inseriti presso la Scuola Primaria Speciale (Istituto Comprensivo Claudio Abbado – plesso Vaccari). Tutti i bambini frequentanti la scuola elementare speciale hanno un progetto riabilitativo aperto con l’equipe dell’Istituto.

TEMPI DI ATTESA
L’accesso degli utenti in Istituto avviene principalmente attraverso una lista di attesa condivisa con la ASL  RM1.
In generale l’accesso ai servizi  è gestito attraverso la compilazione di una lista d’attesa, nel rispetto dei criteri di cronologia e congruità concordati con il Direttore Sanitario, (diagnosi, età, territorialità, cronologia di presentazione della richiesta, situazioni familiari), in caso di urgenza di trattamento una breve annotazione viene messa accanto al nominativo dell’utente.

I tempi di attesa per l’inserimento sono influenzati dai tempi di turnover delle ammissioni.

Criteri di inserimento in lista di attesa SERVIZIO RESIDENZIALE

Gravità

1

2

3

4

Appartenenza territoriale

1

2

3

4

Comorbidità psichiatrica

0

2

   

TOTALE

 

 

 

 

Gravità: 1. Ritardo mentale medio, 2. Ritardo mentale associato a disabilità neuromotoria, 3. Disturbi dello spettro autistico, 4. Problematiche comportamentali
Appartenenza territoriale: 1. Fuori comune, 2. Altre ASL, 3. ASL RM1, 4 Municipio I
Comorbidità psichiatrica: 0. Presente, 2 Assente

Criteri di inserimento in lista di attesa SERVIZIO SEMIRESIDENZIALE 

1

FREQUENTA CENTRO DIURNO O SCUOLA

NO

2

DIMISSIONI

1

SI

0

2

CONDIZIONI SOCIO-AMBIENTALI

DISAGIATE

2

MEDIE

1

BUONE

0

3

VICINANZA ABITATIVA

RESIDENTE Asl Rm1

2

altro Mun. Rm1

1

FUORI ASL

0

4

DEAMBULAZIONE

AUTONOMA

2

ASSISTITA

1

ASSENTE

0

5

AUTONOMIA nell’GIENE

AUTONOMA

2

ASSISTITA

1

ASSENTE

0

6

AUTONOMIA nell’ALIMENTAZIONE

AUTONOMA

2

ASSISTITA

1

ASSENTE

0

7

AUTONOMIE SOCIALI:

 

 

 

 

 

 

 

        uso denaro

 

 

presente

1

assente

0

 

        uso trasporti

 

 

presente

1

assente

0

 

        uso telefono/PC

 

 

presente

1

assente

0

8

LINGUAGGIO

PRESENTE

2

PARZIALE

1

ASSENTE

0

9

ABILITÀ COGNITIVE (lettoscrittura e calcolo)

PRESENTE

2

PARZIALE

1

ASSENTE

0

10

ABILITÀ 
MANUALI

PRESENTE

2

PARZIALE

1

ASSENTE

0

11

DISTURBO COMPORTAMENTA AGGRESSIVITA’

ASSENTE

2

PARZIALE

1

PRESENTE

0

12

ALTRE PATOLOGIE INTERNISTICHE

 

 

PRESENTE

1

ASSENTE

0

13

TERAPIA FARMACOLOGICA

ASSENTE

2

PARZIALE

1

PRESENTE

0

14

ETÀ

18-30

2

30/45

1

45/65

0

 Punteggio Totale ________

Criteri di inserimento in lista di attesa SERVIZIO AMBUOLATORIALE 

Gravità

1

2

3

4

 

Età cronologica/ Disturbo

1

2

3

4

Bonus età: 0-12 mesi   3

Bonus età: 1-2 anni      2

Bonus età: 2-3 anni      1

Cicli effettuati

1

2

3

4

 

Disagio sociale

1

2

3

4

 

Tempo di attesa

1 punto ogni tre mesi dalla data del contatto

TOTALE

 

Gravità: 1. Lieve; 2. Media; 3. Grave; 4. Gravissima – Consultare tabelle ASL
Età cronologica/Disturbo: Le fasce di età variano in base alla diagnosi – Consultare tabella ASL
Cicli effettuati: 1. Già in terapia; 2. più cicli; 3. un solo ciclo; 4. mai terapia
Disagio sociale: 1. Lieve; 2. Media; 3. Grave; 4. Gravissima – Consultare tabelle ASL

ITER DI PRESA IN CARICO

Iter amministrativo

  • I pazienti che intendano essere inseriti nel Reparto Residenziale saranno accolti dal medico del reparto, l’infermiere e/o l’educatore per la presa in carico, inclusa la raccolta delle notizie cliniche essenziali. L’infermiere  assisterà il paziente negli spostamenti all’interno del reparto. (messo nel servizio RESIDENZIALE)
  • I pazienti che intendano seguire un programma riabilitativo ambulatoriale e che presentino un’indicazione al trattamento, saranno presi in carico dal medico responsabile del progetto e da uno o più terapisti ed avviati al trattamento ritenuto più adeguato, (logopedia, terapia cognitiva, fisioterapia). Al termine di ogni ciclo di trattamento il paziente viene sottoposto a una rivalutazione secondo protocolli predisposti per valutarne l’efficacia e decidere la prosecuzione o il termine del trattamento.
  • I pazienti che intendano essere inseriti nel Servizio Semi Residenziale, se in possesso dei prerequisiti standard sono invitati ad una visita con l’equipe di riferimento costituita dal Neuropsichiatra, dallo Psicologo e dall’Assistente Sociale. Se l’utente risulta idoneo e se c’è disponibilità di posti,   viene programmato l’inserimento, che terrà conto di un primo periodo di prova (2 a 6 settimane). Superato questo primo step si procede all’inserimento a lungo termine.

RELAZIONI FINALI e DIMISSIONI

Le dimissioni avvengono normalmente a chiusura del progetto riabilitativo, sempre concordate con il Paziente e l’equipe.

La dimissione potrà altresì avvenire qualora il paziente rifiuti il trattamento concordato o non ottemperi alle norme amministrative che regolano le assenze e relative certificazioni.

L’Istituto “Leonarda Vaccari” assicura che al momento delle dimissioni il paziente o i suoi familiari riceveranno adeguata istruzione scritta e relativa alla continuità delle cure.

Tutti i pazienti ricevono una relazione sanitaria contenente i dati essenziali delle prestazioni riabilitative eseguite.
Per tutti i pazienti viene predisposta una documentazione adeguata per favorire il collegamento e la continuità delle cure.

COPIA CARTELLA CLINICA

Alla chiusura del progetto riabilitativo l’utente o la  persona da lui delegata può richiedere, alla Segreteria Sanitaria, la fotocopia della Cartella Clinica, compilando un modulo con il relativo pagamento anticipato delle spese pari a € 30.00.

Il delegato dovrà esibire una delega scritta redatta su carta semplice, firmata dal paziente o da un suo tutore/curatore, unitamente a una fotocopia semplice del proprio documento di identità e di quello del paziente.

Entro 30 giorni lavorativi dalla richiesta la cartella clinica può:

  1. essere inviata a casa per posta, previa richiesta scritta dell’Utente
  2. essere ritirata personalmente dall’Utente (e/o dalla sua famiglia)
  3. essere ritirata dalla persona delegata per iscritto (esibendo fotocopia del documento di identità)

Ogni certificazione può essere richiesta presso l’ufficio di segreteria sanitaria. All’atto della dimissione (o successivamente) può essere richiesta, da chi ne ha facoltà, presso la Segreteria copia della cartella clinica o di altra documentazione. Il paziente (o una persona da lui validamente delegata) può accedere in qualunque momento alla documentazione clinica relativa alle prestazioni ricevute.

La Cartella Clinica contiene dati relativi al paziente.

Nello specifico sono presenti i seguenti contenuti:

– diaria giornaliera degli interventi riabilitativi effettuati
– diaria sociale con aggiornamento dei dati sociali e di tutela
– valutazioni degli specialisti
– il progetto riabilitativo individuale
– la programmazione delle attività
– le verifiche periodiche
– i dati relativi ai ricoveri e/o eventuali indagini mediche effettuate presso altre strutture sanitarie.

Riferimenti
Segreteria Sanitaria  – Emiliano Chico
dal lunedì al venerdì 06/375930207
segreteria.sanitaria@leonardavaccari.it